Potenziamento Cognitivo nei Disturbi Specifici dell'Apprendimento Firenze e Tutor alunni DSA o BES Firenze

Potenziamento Cognitivo nei DSA

Potenziamento Cognitivo nei Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA)

I disturbi specifici dell’apprendimento sono delle condizioni che interferiscono con l’apprendimento di abilità scolastiche come la lettura, la scrittura ed il calcolo. Ciò può essere dovuto ad un mancato sviluppo delle abilità cognitive necessarie per raggiungere queste capacità, o ad uno sviluppo che avviene in ritardo rispetto all’età del bambino. 

Queste condizioni interferiscono non soltanto con il rendimento scolastico, ma anche con la qualità del tempo libero e con il benessere generale del bambino, come un circolo vizioso: per fare i compiti è necessaria una fatica enorme che porta via tempo alle altre attività come il gioco e lo sport; la fatica sperimentata e gli insuccessi scolastici possono far insorgere nel bambino sensazioni di insicurezza, vergogna, limitando anche le sue interazioni con i coetanei. 

Per questi motivi è importante intervenire precocemente attraverso un approccio multidimensionale, che consenta al bambino o ragazzo di recuperare le proprie difficoltà e limitarne l’impatto nella vita quotidiana, sostenendo la sua autostima e la sua motivazione.  

Come funziona il potenziamento cognitivo?

Dopo una prima fase di valutazione neuropsicologica del funzionamento cognitivo del bambino, attraverso la somministrazione di test specifici per valutare il quoziente intellettivo e le abilità nella lettura, scrittura e calcolo, è possibile strutturare un percorso personalizzato. L’obiettivo è quello di favorire l’emergere delle capacità, come strumento per compensare e superare le difficoltà rilevate, individuando così delle strategie funzionali personalizzate. 

Il potenziamento cognitivo è necessario per rafforzare le funzioni cognitive generali (attenzione e funzioni esecutive, memoria, ragionamento), che rappresentano la base su cui poggia tutto il nostro funzionamento cognitivo e quindi anche le specifiche abilità scolastiche (lettura, scrittura, calcolo). Per fare un esempio se il bambino presenta un deficit di attenzione che non gli consente di concentrarsi adeguatamente per svolgere i compiti, il trattamento non può essere limitato ad aiutarlo a portarli a termine, ma dovrà prima allenare la sua capacità di attenzione: aumentare la capacità di lavorare con gli stimoli sia visivi (la lavagna, le immagini sui libri) che uditivi (seguire il discorso quando l’insegnante spiega), prolungarla se c’è una tendenza a perdere la concentrazione, imparare a dividerla su più compiti contemporaneamente ad esempio ascoltare l’insegnante e contemporaneamente prendere appunti. 

Il presupposto scientifico su cui si basa la stimolazione cognitiva è la plasticità cerebrale, ossia la capacità del nostro cervello di modificarsi strutturalmente e funzionalmente in base alle stimolazioni ricevute. L’età evolutiva è un momento particolarmente favorevole per questo tipo di intervento perché le strutture cerebrali non hanno ancora completato il loro sviluppo e la plasticità conseguente alle attività svolte è massima.     

Come funziona il tutoraggio scolastico?

Il tutoraggio scolastico si affianca al potenziamento cognitivo e consente di individuare un metodo di studio personalizzato, che tenga conto dei punti di forza del bambino per compensare le difficoltà riscontrate, anche attraverso l’uso di strumenti come i programmi di letto scrittura e di mappe concettuali. L’obiettivo è quello di individuare degli obiettivi, condivisi con la scuola, ed offrire all’alunno una strada alternativa per raggiungerli, quando l’insegnamento classico non è la via più adatta alle sue capacità. 

Il tutor per gli apprendimenti è una figura che:

  • supporta il ragazzo nell’acquisire autonomia scolastica (gestione dei materiali, organizzazione dello studio);
  • individua un metodo di studio personalizzato tenendo conto delle difficoltà e delle risorse;
  • supporta i genitori nelle comunicazioni con la scuola e nell’aiuto per i compiti;

Vieni a provare gratuitamente una seduta di

Potenziamento Cognitivo nei DSA!